sabato 21 gennaio 2017

ESCLUSIVA ! AUTOMOBILISMO E FORMULA 1 ! STEFANO CALZOLARI INTERVISTA GIAN CARLO MINARDI

Ho il grande piacere di avere come ospite Gian Carlo Minardi.
Grande scopritore di talenti come Fernando Alonso , Minardi fu protagonista per 20 anni in Formula 1 con la scuderia che ha portato il suo nome.
Grazie alla sua competenza ed esperienza, viene tuttora considerato come uno dei maggiori esperti del settore automobilistico a livello mondiale.

Stefano : Gian Carlo buongiorno, dalle interviste che rilascia come opinionista e come imprenditore si nota il Suo grande amore per la formula 1 e per l' automobilismo in generale, mi dice come é iniziato il tutto ?

Gian Carlo : Mio padre gestiva la più antica concessionaria Fiat, aperta nel 1927, é una passione quindi nata in famiglia.

Stefano : Com'è nata l' idea di partecipare in formula 1 con la Minardi ?

Gian Carlo : Dopo varie stagioni in Formula 2 cominciavamo ad essere troppo grandi per una Formula 2, tutto il team stava crescendo e così facemmo il grande passo entrando in Formula 1.

Stefano : So che era molto amico di Ayrton Senna, che persona era Ayrton , mi fa un breve ricordo del campione e dell' amico ?

Gian Carlo : Era un ragazzo fantastico e un fuoriclasse come pilota, era veramente un ragazzo d' oro,  di una signorilità e classe fuori dal comune.

Stefano : Le piace di più la formula 1 del passato o la formula 1 attuale ?

Gian Carlo : A me piace sempre guardare avanti, la formula 1 di oggi é poco compresa...

Stefano : In che senso ? Quali sono le differenze ?

Gian Carlo : Una volta c' era chi primeggiava rispetto a tutti gli altri, ora tutte le scuderie sono competitive...

Stefano : Secondo Lei si può fare ancora di più per la sicurezza dei piloti in formula 1 visto anche l' incidente che é costato la vita recentemente a Jules Bianchi ?

Gian Carlo : Per la sicurezza si é fatto tantissimo, e i crash test ora sono ottimi, l' incidente di Bianchi è stata una cosa a parte sulla quale dobbiamo riflettere molto, con i test di sicurezza oggi siamo all' avanguardia.

Stefano : Nel corso degli anni ha conosciuto e visto tanti campioni che hanno corso in formula 1, mi fa un podio dei tre più grandi in assoluto ?

Gian Carlo : Non é possibile stilare un podio con piloti di generazioni differenti, forse Senna per tanti motivi potrebbe essere considerato il più grande.
Un tempo le macchine non erano computerizzate come adesso. 
Oggi sono più facili da usare, è difficile fare paragoni con il passato...

Stefano : Cosa pensa del ritiro di Rosberg poco dopo che ha conquistato il suo primo titolo mondiale?

Gian Carlo : E' stata una cosa che mi ha fatto riflettere.
Ha cominciato a correre a 5-6 anni ed ha raggiunto il suo sogno, poteva continuare e guadagnare di più, ma si é fermato una volta che ha raggiunto il suo obiettivo, quello di diventare campione del mondo. L'ho apprezzato molto.

Stefano : Perché la Ferrari non é riuscita a vincere nessun gran premio nella stagione scorsa ? Cosa manca alla scuderia del cavallino per tornare grande a Suo avviso ?

Gian Carlo : La formula 1 é fatta di cicli, la Ferrari oggi é già molto competitiva, ora la Mercedes ha il suo ciclo vincente, ha qualcosa in più degli altri, se avessi la ricetta per battere la Mercedes avrei già scritto una mail a Marchionne :-)

Stefano : Come Lei, anche Flavio Briatore ha sempre avuto un debole per Fernando Alonso, come Lei scoprì il campione spagnolo ?

Gian Carlo : Ho sempre girato il mondo con tutti i miei collaboratori.
A fine anno facevamo degli stages, nel 1986 il mio pilota Adrian Campos mi segnalò Alonso.
Fui io a scoprire il talento e le potenzialità di Alonso e a lanciarlo a grandi livelli, successivamente Briatore lo portò al titolo mondiale.

Stefano : Vorrei il Suo parere sul baby fenomeno Max Verstappen...

Gian Carlo : Ha un talento eccezionale ed ha solo 19 anni, ora deve dimostrare di diventare un campione e ne ha tutte le potenzialità.

Stefano : Ha mai sognato un Valentino Rossi in Formula 1 ? Come lo avrebbe visto ?

Gian Carlo : No, ancor più oggi di un tempo. 
Dopo tanti anni su una moto e scoprendo tutti i segreti della due ruote, é impensabile fare bene anche in formula 1. 
Moto Gp e Formula 1 sono troppo diverse tra di loro, lui in macchina ha fatto dei buoni test, ma un conto sono i test, un conto sono le gare.

Stefano : Imprenditore, Politico, Opinionista , in quale veste si vede meglio ?

Gian Carlo : Politico no, anche se l' esperienza che ho fatto é stata positiva, sicuramente molto meglio come imprenditore ed opinionista.

Stefano : Le piace il tennis ? Chi segue in modo particolare ?

Gian Carlo : Lo guardo in Tv e mi diverte molto, mi piacciono Nadal e Federer , magari preferivo un tennis di maggiore fantasia come c' era una volta, ma comunque mi diverte molto anche oggi.

Stefano : Dottor Minardi, mi dia una risposta secca, chi vincerà il prossimo titolo mondiale in Formula 1 ?

Gian Carlo : Hamilton come campione e come team parte favorito, ma con il nuovo regolamento tutto potrà succedere...

Stefano : La ringrazio per la Sua disponibilità

Gian Carlo : E' stato un piacere Stefano

Stefano Calzolari - Gian Carlo Minardi



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.